giovedì 25 dicembre 2014

TI SPOSO, 3 > 11 OTTOBRE 2015. INGRESSO GRATUITO

ASPETTANDO....
RACCONTANDO.....

 

VETRINA DELLE IDEE - ERCOLANO 20 > 22 FEBBRAIO 2015. INCONTRO A FIERA DELL'USATO, DEL BARATTO, DELL'ARTIGIANATO, DELL'ANTIQUARIATO.


E' meglio essere belli che essere buoni, ma è meglio essere buoni che essere brutti. 
Oscar Wilde
Un giorno senza un sorriso è un giorno perso.
Charlie Chaplin

Il riso è il sole che scaccia l'inverno dal volto umano.
Victor Hugo

Chi è normale non ha molta fantasia.
Edoardo Bennato

L'uomo è dove è il suo cuore, non dove è il suo corpo.
Gandhi

Le radici della cultura sono amare, ma i frutti sono dolci.
Aristotele

Scherzando, si può dire di tutto, anche la verità.
Sigmund Freud

Gli anni che una donna si toglie non li butta via, li aggiunge all'età delle altre.
Anonimo

Tutte le donne aspettano l'uomo della loro vita, però, nel frattempo, si sposano.
Anonimo

L'uomo comincia con l'amare l'Amore e finisce per amare una donna.
Anonimo

Fragilità il tuo nome è donna.
William Shakespeare

Una donna ha l'ultima parola in ogni discussione. Qualsiasi cosa un uomo dica è l'inizio di una nuova discussione. 
Anonimo
A essere giovani s'impara da vecchi.
Proverbio Popolare

La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire. George Orwell
Nessuno può essere libero se costretto ad essere simile agli altri. 
Oscar Wilde
L'ottimista pensa che questo sia il migliore dei mondi possibili. Il pessimista sa che è vero.
Oscar Wilde

Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto. 
Voltaire
Il vero sapiente è colui che sa di non sapere. 
Socrate
Se credi ai sogni sei un uomo ricco; se credi al mondo sei un uomo ricco di sogni. 
Anonimo
Errare è umano e dare la colpa a un altro è ancora più umano. 
Anonimo
Continua ciò che hai cominciato e forse arriverai alla cima, o almeno arriverai in alto ad un punto che tu solo comprenderai non essere la cima.
Seneca

Il pensiero successivo è immancabilmente più saggio. 
Euripide
Al cinema preferisco la televisione. E' più vicina alla toilette.

Boscotrecase, “Zio Ninuccio”

“Zio Ninuccio”: 
un viticultore protagonista di un documentario giapponese

“Zio Ninuccio” è il titolo di un documentario breve di una regista giapponese, Noriko Sugiura”, in cui, attraverso  la storia di un vinicultore di Boscotrecase, Carmine Ametrano, si fa rivivere allo spettatore la  tradizione del vino del Vesuvio, le cui origini affondano nell’antichità pompeiana.
La narrazione vuole porre l’accento sui mestieri e le attività che vanno scomparendo.
“Sto lavorando, dice la regista alla presentazione del lungometraggio in diversi festival; Zio Ninuccio (come viene chiamato il protagonista) è un uomo che a novantun’anni suonati lavora ancora la terra e bada di persona a curare le viti, ne innaffia i frutti con lo zolfo e cura egli stesso la parentesi importante del riposo del mosto  nei barili, da cui vengono fuori i diversi tipi di vino, quali il Falanghina, il Lacrima Christi, e il Coda di volpe.
La preoccupazione di Ninuccio è che ha due figlie femmine ed ovviamente non può sperare nell’aiuto della famiglia nel suo faticoso lavoro”. 
E’ insomma il racconto quasi di una favola moderna, di una terra, di un contadino al cui lavoro fa da sfondo  il nostro Vesuvio, uno degli elementi importanti, anche dal punto di vista scenografico, nel panorama del Golfo di Napoli. 
Nel maggio scorso il documentario, realizzato nel 2013 e montato agli inizi del 2014, è stato proiettato a Manhattan, sullo schermo della “Directors Guild of America”.
La pellicola è uno strumento di lavoro messo a disposizione di tutte le organizzazioni non profit o di beneficenza.